Parco Turistico Cavallino Treporti-Deiron Spinea 76/85 dopo ts

Parco Turistico Cavallino Treporti

Carnio, Marella 6, Toffolo 20, Enzo, Costa Daniele, Andreoni 14, Costa Francesco 17, Conte 9, Zorzetto 2, Almacolle 6, Cedolini 2, Pellegrinotti.

all. Scarpa ass. all. Costa

Deiron Spinea

Berto, De Pieri 11, De Lazzari 14, Rigato 9, Palmarin 2, Braidotti 2, Merelli 4, Cipolato 5, Basato 3, Pedenzini 9, Pigozzo 10, Nalesso 16.

all. Indelicato ass.all. Povellato

arbitri: Marchesin e Dal Bianco di Vicenza

parziali: 24/15 – 43/32 – 59/55 – 70/70 – ts 76/85

usciti cinque falli: Marella, Costa Francesco, Conte, Zorzetto, Almacolle, Braidotti.

Fallo tecnico a Indelicato; fallo antisportivo a Cedolini

note: partita persa dal Litorale Nord al termine di una gara che ha condotto per gran parte del tempo. Il primo parziale al 6′ del primo quarto 18/8 la dice lunga su come è iniziata la partita. Addirittura al 5′ del secondo quarto 31/16 con una tripla di Conte ed al 2′ del terzo quarto 47/32. Sette minuti dopo un Toffolo in versione mvp realizza il canestro che mantiene il vantaggio interno 59/52.

Purtroppo però per il Litorale le partite durano un quarto in più ed al 4′ minuto dell’ultimo periodo lo Spinea con una tripla di Pigozzo si porta sul meno uno 60/59. Il Litorale reagisce ed a 54″ dalla fine si porta sul più cinque 69/64. Due azioni successive, la prima rimessa persa per cinque secondi e la seconda per fallo di sfondamento di Toffolo unita alla tripla di Pedenzini porta il punteggio sul 69/67. A 23″ Marella ha la possibilità di chiudere il match dalla linea della carità ma realizza solo un 1/2 per il 70/67. Dopo un timeout, a 14″ dalla fine il Litorale decide di non commettere fallo!!! e lascia a Pigozzo un tiro tutto solo da tre punti che non tocca nemmeno la retina ed è 70/70. L’ultima azione di gioco dei litoranei resta inefficace e sono quindi tempi supplementari.

Il litorale parte bene con Zorzetto al 2′ 73/71. Purtroppo però l’uscita di cinque giocatori della Baia non permettono al Litorale di controllare la partita e lasciano campo libero allo Spinea di allungare e vincere la partita. Bravi loro ad averci creduto, meno bravi i nostri giocatori a non crederci fino alla fine. Peccato perchè era una partita da vincere per andare in paradiso ed invece nelle prossime due gare ci tocca ancora rimanere in purgatorio sperando che il paradiso ci aspetti!

Alla prossima.