Joint&Welding Feltre – Parco Turistico Cavallino Treporti 74/60

Joint&Welding Feltre
Mattiello, De Paoli, Coossalter 1, Bettin 14, Durighello 1, Novakovic 8, Zanesco, Barp 13, Camazzola 18, Dalla Rosa 3, Cassarà 16, Boscarin.
all. Scanu
t/1 23/30 t/2 12/32 t/3 9/29
Parco Turistico Cavallino Treporti
Marella 3, Toffolo 8, Enzo, Andreoni 24, Rigutto, Costa 8, Conte 5, Zorzetto 7, Almacolle 3, Boem, Cedolini 2, Pellegrinotti.
all. Scarpa
ass. all. Costa
t/1 8/13 t/2 12/32 t/3 12/24
arbitri: Negrari di S.Dentro Padova e Vicentini di Vicenza
parziali: 18/17  37/35  56/50  74/60
uscito cinque falli: Almacolle
espulsione all. Litorale Scarpa

note:
tutto il resto è noia… questo è stato il nostro commento a caldo al termine di una partita combattuta dove si sono affrontate due squadre a viso aperto e dove si è visto tutto il clima playoff. Alla fine ha vinto Feltre più lucida nel finale a mantenere il fattore campo a proprio vantaggio.
Già domenica ci sarà il ritorno a Ca’ Savio sperando di recuperare anche se difficile capitan Toffolo uscito malconcio dalla sfida.
Una partita iniziata con un vantaggio bellunese al 2′ 5/0 subito però sorpassati dalla Baia con una tripla di Costa per il 10/11 al 8′. Ancora vantaggio esterno al 6′ del secondo periodo con un’altra tripla di Zorzetto per il 24/27. Allo stesso veniva però fischiato il quarto fallo al 10′ dello stesso periodo in un’azione in cui a tutti è parso che il  fallo lo avesse subito. Niente male, dopo il  rientro dall’intervallo lungo al 3′ espulsione diretta di coach Scarpa senza alcun richiamo e senza fallo tecnico fischiato; come si dice il primo arbitro avrà visto una grave cosa fatta dallo stesso e meritevole di grave sanzione. In questo periodo i feltrini allungano, 47/41 al 5′, 54/45 al 9′.
Ripresa dell’ultima frazione di gioco ed inizio scoppiettante del Litorale Nord, mai domo che al 1′ con Zorzetto realizza una tripla con fallo per il meno tre 56/53. Complice però l’infortunio come  detto di Toffolo mai più rientrato il Litorale cerca di giocarsi la partita fino alla fine ed al 5′ un tripla di Andreoni per il meno sei 65/59; purtroppo per noi però Camazzola e  Cassarà realizzano e chiudono la gara con gli ultimi due minuti giocati in maniera blanda.
Che dire: tutto il resto è noia e volutamente non vengono commentate le decisioni arbitrali. Il video della partita e la diretta fatta sicuramente sono le prove lampanti che qualcosa non ha funzionato. Ai lettori il commento, per noi dopo cinque ore di viaggio di un giovedì lavorativo e rientro a notte fonda a casa ribadiamo che… tutto il resto è noia. Trenta tiri liberi tirati da una parte contro i soli tredici dall’altra probabilmente qualcosa diranno.
A domenica sperando che non sia noioso.