BENETTON TV – PARCO TURISTICO CAVALLINO TREPORTI 82/62

BENETTON TREVISO
MICHELIN 11, SIMEONI, COASSIN 9, VARASCHIN 6, ESPOSITO, FAZIOLI 16, ROSSI 17, BATTISTUZZI, BARBON 11, MAVRIC 5, LOVISOTTO 8, AMBROSIN.
all. MIAN
ass. all. ZANCO
t/1 12/15  t/2 20/41  t/3 10/24

PARCO TURISTICO CAVALLINO TREPORTI
VENDRAMINI, GUSSO 11, ROSADA 2, TOPPAN, LAGANA’ 10, PRAVATO 4, MONTINO 14, COSTANTINI 7, SPANIO, AGOSTINETTO 2, SERENA 18, BATTAGLIARIN.
all. ROMANIN
ass. all. TORCELLAN
t/1 18/23  t/2 19/37  t/3 4/21

arbitri:
Volgarino di Vicenza
Ionut Vlad di Ponzano Veneto Tv

parziali:
1 quarto 15/  8
2 quarto 34/30
3 quarto 55/57
4 quarto 82/68
usciti cinque falli: Rosada
fallo antisportivo Laganà

note:
finisce il campionato per il Parco Turistico Cavallino Treporti che al cospetto di una squadra giovane, ben preparata ma soprattutto molto forte, riesce a tenere in piedi il match fino all’ultimo quarto dove nel 3′ di gioco il Litorale conduce per 60/59. Dopo, la maggiore freschezza atletica, la precisione impressionante al tiro con ben trenta punti realizzati dalla lunga distanza hanno  fatto la differenza. Fazioli e Rossi con apporto finale di Coassin hanno decretato che sarà la Benetton ad incontrare la rivelazione Albignasego nella semifinale per la promozione.
Il Litorale Nord visto ieri sera a Treviso è parsa una squadra che nonostante i molti acciacchi fisici, ha cercato di giocare la propria partita; molte palle perse ad inizio gara, nel secondo quarto i trevigiani tentano l’allungo, al 4′ 20/11. Il capitano Ivan Gusso però, direi certamente esemplare e sicuramente il migliore in campo tra tutti i ventiquattro a referto ha dato una lezione di cosa vuol dire lottare in campo. Una lezione vista la sua giovane età, da fare vedere ai giovani nel video della partita molte ma molte volte. Sicuramente l’uomo della partita!
Anche Fabrizio Costantini, giovane litoraneo nei confronti dei pari età ha retto, finalmente, il campo con molta autorità. Da citare infine tra le prove molto positive, il solito Riccardo Serena ed Andrea Pravato autore di un finale di campionato positivo.
Tornando alla partita, il terzo quarto, una tripla di Serena decreta il pareggio dopo un lungo inseguimento 39/39 ed ancora lo stesso al 9′ per il primo vantaggio esterno 51/53. Come detto sopra, il vantaggio continua fino al terzo minuto dell’ultimo quarto, quando complici alcune decisioni arbitrali dubbie, non decisive ma nel dubbio mai a nostro favore, unite alle medie al tiro dei trevigiani hanno permesso l’allungo finale. Nulla ormai hanno potuto i giocatori della Baia per rientrare in partita.
Alla fine di un campionato, concluso anticipatamente, c’è del rammarico sicuramente; certamente gli obbiettivi erano altri ma ora, bisogna riflettere con calma e poi riprendere la palla in mano per cercare di migliorare quanto da migliorare.
Alla prossima  come al solito.