Dove eravamo rimasti?

Appunto. Dove eravamo rimasti? Questa è la domanda che ormai molti ci stanno facendo. Purtroppo la grave crisi pandemica ha sconvolto il normale ritmo della vita quotidiana: dal lavoro, alla scuola, allo sport, tutto ne ha risentito.

Veniamo quindi a quanto interessa a noi e cioè allo sport, anche se una parentesi visto che siamo in stretta collaborazione, la dobbiamo fare sulla scuola messa a nostro modesto parere (e non solo) come ultimo dei problemi. Vedere che tutto o quasi è stato riaperto, il calcio ha cominciato a giocare e la scuola è ancora chiusa stride un po’. Magari per gli ultimi anni di infanzia, primaria e secondaria avrebbero dovuto permettere una parziale riapertura se non altro perchè essendo classi terminali era giusto avessero una conclusione migliore. Consentiteci questa divagazione ma è quello che pensiamo e meglio senza dubbio si poteva e si doveva fare!

Ed arriviamo agli sport di squadra; detto che il calcio ha riaperto i battenti così finalmente i commissari tecnici di strada ritornano a fare il loro mestiere lasciando da parte quello di virologi…, anche gli sport dilettantistici di base e di squadra dovrebbero dal 25 giugno riaprire in qualche maniera. Le aperture fatte sino a questo momento di fatto negano ai così detti sport di contatto di giocare e quindi fino ad ora si tratta di altro sport. Se, come pare e sperando nella continua discesa del virus, ci sarà questa apertura, stiamo ipotizzando una riapertura già dai primi di luglio anche della nostra attività. In palazzetto o in un’altra location lo stiamo vagliando, l’importante è riprendere. Tutti i ragazzi sono fermi dalla fine di febbraio ed è giunto il momento, graduatamente, di tornare a farli giocare.

Noi ci stiamo impegnando al massimo per consentire questa riapertura, adottando tutte le precauzioni che ci verranno impartite.

E allora: seguiteci sui nostri profili ed appena possibile sarà ancora canestro!

Vi aspettiamo.