FURTO A PESCHIERA – dal sito di www.arilicabasket.it

Una vergogna! Un vero schifo! Peschiera esce sconfitta immeritatamente punita ancora da alcune scandalose non-decisioni arbitrali nell’ultimo minuto di gara, nella gara che la vedeva opposta alla milionaria Litorale Nord che ha fatto scendere dalle categoria superiore diversi giocatori di esperienza investendo un budget colossale.

Inizio di gara per i veneziani che partono forte, Peschiera però non si disunisce e prova a recuperare con il tiro da fuori. Il primo periodo si chiude in parità e la gara gira sul filo dell’equlibrio. Il copione del match non cambia anche nel secondo periodo, la gara è veloce e i punti arrivano quasi sempre con tiri dall’esterno. Dopo l’intervallo lungo Peschiera infila quattro triple consecutive con quattro giocatori diversi e prende un discreto vantaggio. I veneziani reagiscono e recuperano sul finale di quarto. All’inizio del quarto tempo è ancora Peschiera a ripartire con una tripla di Rota e poi con alcune buone iniziative di Facin che lancia i suoi al +7 a 2 minuti dalla fine (55-49). I veneziani iniziano a usare la forza e Covallero dalla linea della carità riesce a tenere in vantaggio i suoi fino a 14 secondi dalla fine quando su un tentativo dei veneziani il rimbalzo finisce nelle mani di Rota che viene menato davanti all’arbitro che non fischia scatenando le vibranti proteste di tutto il palazzetto. Il canestro degli ospiti li porta immeritatamente in vantaggio. Poi sull’ultimo assalto Peschiera fallisce il tiro e i veneziani chiudono dalla lunetta. Sicuramente se la partita si fosse giocata 5 contro 5 fino alla fine Peschiera avrebbe vinto, ma per la seconda settimana consecutiva una coppia arbitrale di Padova ha deciso per far vincere gli avversari.

Nessun commento da parte del coach e dirigenti arilicensi.