PONZANO BASKET – PUNTA GIALLA LITORALE NORD 69-61

PONZANO BASKET

Premier, Fighera 4, Buranello 6, Cattarin 27, Pizzolato 2, Zinetti, De Cicco 2, De Lazzari, Favaro 24, Dal Corso 4, Zamberlan.

all. Sanesi

ass. all. Pizzolato

 

PUNTA GIALLA LITORALE NORD

Mestriner, Silvestrini 4, Toffolo 11, Burato 6, Rigato, Codato, Dainese 2, Vendramini 11, Gusso 4, Costantini, Bianco 18, Gerotto 5.

all. Pezzini

ass.all. Torcellan

Arbitri:

Dal Bello e Tirindelli di Treviso

parziali:

1 quarto 18/18

2 quarto 15/16

3 quarto 11/12

4 quarto 25/15

usciti  5 falli: Ponzano (Fighera), Litorale Nord (Gusso).

tiri da tre: Ponzano (Cattarin 1, Favaro 5), Litorale Nord (Toffolo 1, Vendramini 1, Bianco 2, Gerotto 1)

cronaca:

Partita stregata per la nostra squadra che  soccombe per la quarta volta consecutiva  in trasferta a Ponzano dove i padroni di casa (più della nostra squadra) hanno giocato anche l’ultimo quarto. La  gara infatti per i primi tre tempi è andata avanti quasi in parità, con solo brevi vantaggi da una o dall’altra parte. Per il Litorale Nord il solo Alessio Bianco (buono il suo inizio di campionato) è l’unico che lotta come dovrebbe fare l’intera squadra. E’ l’ultimo che getta la spugna dopo che i compagni lo hanno fatto ormai da un pezzo. Non si spiega altrimenti questa mancanza di risultati: più che l’età giovane dei nostri giocatori, è la mancanza nei momenti cruciali del match che non fa chiudere partite ampiamente alla nostra portata. Quella di sabato era sicuramente una di queste: certo che se si lasciano  autostrade a  giocatori come Cattarin o spazi grandi come praterie a Favaro (mvp) con ben 10 punti nell’ultimo quarto tra cui 2 delle sue 5 “bombe”… è tutto dire.

Pensare che a 4 minuti dal termine della gara il punteggio era di 53/54 per noi fa riflettere ancora di più. Il parziale finale di dieci a zero fa riflettere ampiamente su cosa potevamo portare a casa e ahimè non lo abbiamo fatto.

Finalmente sabato giocheremo la prima gara in casa: speriamo che anche con il supporto del pubblico amico le cose cambino anche per noi.

Certo che fa male dopo le aspettative estive vedere quel zero in classifica dopo il nostro nome.

Continue Reading