Parco Turismo Cavallino Treporti-Sita Paese TV 79/59

Parco Turistico Cavallino Treporti

Andreoni 18, Toffolo 6, Costa Francesco 16, Carnio, Boem 8, Enzo, Rigutto 3, Ferrario 1, Conte 10, Zorzetto 12, Geromin, Almacolle 5.

all. Scarpa

Ass. All. Costa/Borin

t/1 9/18 t/2 26/46 t/3 6/16

Sita Paese TV

Zanatta 2, Fullin, Carretta 8, Russo 4, Favaro 2, Pozzebon, Baliviera 4, Butera 2, Nasato 10, Tesser 18, Grani, Danesin 9.

all. Balzan

Ass. All. Venturin/Martignago

t/1 11/12 t/2 18/45 t/3 4/16

arbitri: Stina’ e Vitale di Venezia

parziali:

1 quarto 15/22

2 quarto 31/39

3 quarto 53/51

4 quarto 79/59

fallo tecnico a Costa F. e panchina Litorale

Espulso Scarpa (all. Litorale)

Note: che dire? Una partita dai due volti, con i primi due quarti che hanno visto il Paese condurre sempre la gara, a tratti anche con margine vedi il finale del primo quarto con la tripla sulla sirena di Danesin per il più sette ed al 8′ del secondo quarto 26/33. Un Litorale visto in questi due quarti un po’ troppo superficiale in campo ma comunque con la sensazione di avere la partita sempre a portata di mano. Da dire che nel primo quarto il solo Francesco Costa è stato autore di dieci dei quindici punti realizzati dalla squadra.

Una partita che poteva essere anche compromessa al 3′ del terzo quarto dove il primo arbitro Stina’ probabilmente per una svista ha combinato il patatrac: infatti in un contrasto di gioco Francesco Costa su una palla vagante veniva letteralmente fatto volare e nel ricadere rimaneva a terra. Purtroppo a causa del colpo subito e l’intervento medico lo costringevano ad abbandonare il campo e non più a rientrare. A causa del fallo non fischiato veniva da prima fischiato un tecnico per proteste alla panchina e non contento anche l’espulsione diretta di coach Scarpa! Per il Litorale poteva essere anche la fine perché dopo la sequenza dei tiri liberi il Paese è arrivato ad avere undici lunghezze di vantaggio 33/44.

A questo punto arrivano i nostri come nei film western: Andreoni, l’esperienza di Giovanni Conte il dominio sotto le plance di Zorzetto e la bella scoperta del nuovo arrivato Andrea Boem con canestro di quest’ultimo sulla sirena del terzo quarto per il più due interno hanno fatto si che il Litorale si riprenda da quanto successo prima. Addirittura l’ultimo quarto ha visto dominare con distacco la squadra di casa praticamente dal minor svantaggio del terzo quarto al finale un più 31 punti che la dicono tutta. Occasione per mandare a effetto tutto gli under presenti in panchina con il debutto questa volta in serie D del 2002 Nico Geromin. Da dire infine che la squadra schierata ieri sera sera dal Litorale Nord aveva un’età media di venti anni, decisamente una bella cosa premiando fino a questo punto le scelte fatte nel corso dell’estate.

Ora concentrazione per il prossimo impegno di domenica prossima a Belluno.