VIGOR CONEGLIANO – PARCO TURISTICO CAVALLINO TREPORTI 67/65

VIGOR CONEGLIANO

Milan, Rivaletto, Cescon 8, Bortolini, Mattiello 16, Mutoi, Cinganotto 20, Perin 5, Gellera, Bortolini 5, Terrin 15, Mariani.

all. Sfriso

ass. all. Tomei

t/l 18/25 t/3 (Cinganotto 2, Mattiello, Bortolini Terrin, Cescon, Perin 1)

PARCO TURISTICO CAVALLINO TREPORTI

Gusso 6, Buratto 3, Codato, Toffolo 12, Pravato 6, Milazzo, Montino 11, Costantini 2, Agostinetto 12, Serena 13, Mestriner, Casagrande.

all. Romanin

ass. all. Torcellan

t/l 7/16  t/3 (Toffolo 3, Montino 2, Serena, Buratto 1)

 

arbitri:

Cavedon di Marano  Vicentino Vi

Nati di Vicenza

 

parziali:

1 quarto 22/21  22/21

2 quarto 11/17  29/36

3 quarto 15/13  48/51

4 quarto 19/14  67/65

usciti cinque falli: Cescon, Agostinetto.

 

note:

Un unico grande applauso viene fatto al termine della partita dai giocatori del Parco Turistico Cavallino Treporti al proprio pubblico che è stato, sembra ombra di smentita, l’autentico sesto uomo in campo. Pubblico giunto al palavigor in oltre cento persone, con un pullman pieno e numerose macchine al seguito: pubblico che ha incitato dal primo all’ultimo minuto  ed in maniera esemplare e corretta i propri beniamini.  Pubblico che ha contributo a rendere felice il cassiere del Conegliano per il -pensiamo- record d’incasso. Al prossimo allenamento magari ci farà recapitare delle pizze!

A parte le battute, quello che si è visto a  Conegliano è stato un tributo alla pallacanestro ed esserne stati partecipi ci ha reso senz’altro orgogliosi. Essere arrivati alla bella delle semifinali è stato un qualcosa che ad inizio campionato era inimmaginabile; è chiaro però che questo non attenua la sconfitta anche perchè in questo “maledetto” sport, in cui non esiste il pareggio, il risultato contrario alla vittoria non sta bene a nessuno.

La partita è stata di una intensità unica; nel primo quarto, al 2′ Terrin porta avanti con una tripla la propria squadra 6/4. Altra tripla al 8′ di Cescon per il massimo vantaggio locale 18/11. Nel secondo periodo prima Montino e poi Serena con una tripla 22/26 per il vantaggio Baia; Cinganotto accorcia il distacco prima di un bel canestro di Costantini al 7′ 29/33 subentrato ad Agostinetto gravato di falli. In finale di quarto Buratto infila una tripla per il 29/36.

La ripresa dopo l’intervallo vede la reazione del Conegliano 38/38 al terzo minuto con una tripla di Bortolini; Toffolo non ci sta e replica a modo suo assistito dal solito immenso Ivan Gusso per il più cinque 38/43. Al sesto minuto Pravato porta addirittura avanti il Litorale al più otto 40/48. Cinganotto però per noi, da quel grande giocatore che  è, e certamente a perdere non si sta, realizza due triple consecutive al 8′ per il 46/48.

Ultimo quarto da brividi; al 1′ tripla di Pravato 48/54 e contemporaneamente quarto fallo di Agostinetto. Al 2′ Serena per il 52/56, quinto fallo di Cescon. Due minuti dopo, visto il bonus del Litorale, Conegliano ne approfitta per portarsi in parità 56/56. Al 5′ uno/due Toffolo/Agostinetto 56/58. Al 7′ addirittura 56/61 per la Baia grazie ad una serie di liberi.

Al 8′ l’episodio forse che ha deciso la partita o meglio ha contribuito a girare l’inerzia della stessa verso la squadra del prosecco; Pravato commette fallo su Cinganotto in azione da tre punti. Lo stesso, glaciale realizza i tre liberi 59/61, non replicato da Agostinetto nell’azione seguente che fa 0/2. Dopo questa azione altro episodio chiave della partita: su rimbalzo offensivo il secondo arbitro fischia un fallo dubbio, molto dubbio, direi decisamente sbagliato a Montino a rimbalzo. Ancora Cinganotto che con un 2/2 dai liberi pareggia 61/61.

A 1’26” Serena per il 61/63, a 1’19” per il 64/63. A 44″ dalla fine Mattiello realizza un canestro con fallo 67/63. La partita sembra chiusa anche perchè a Toffolo viene fischiato fallo; dopo un consulto con il tavolo viene annullato il fallo perchè prima c’era stata l’infrazione di otto secondi  da parte del Conegliano. Decisione importante presa dal tavolo e dal primo arbitro che correggono l’errore del primo fischio. A 14″ azione confusa e Toffolo in azione da volley a rimbalzo realizza il meno due a 14″ dalla fine 67/65. Quattro secondi dopo palla contesa e la fraccia dice Litorale: time out Conegliano. Rimessa Litorale e Gusso si ritrova con la palla in mano che finisce mestamente, per noi, sul ferro. Partita finita, Conegliano in festa, Litorale che applaude tutti! Questo è stato un ottimo spot pubblicitario da far vedere anche ai più giovani.

Che dire: alla fine si può recriminare su tutto e tutti. Su alcune decisioni arbitrali, soprattutto del secondo arbitro, apparse molto dubbie, vedi il fallo di Montino o un fallo, il  terzo di Agostinetto che grida vendetta, oppure quello su Gusso con sei braccia attaccate alle sue e non fischiato niente. Alla fine si può dire tutto: noi invece diciamo grazie a tutti per questo splendido campionato.

Alle ore 07:15 del mattino siamo già pronti a  pianificare la nuova stagione.

Come sempre per finire: FORZA BAIA!!!