Basket Villafranca Vr-Parco Turistico Cavallino Treporti 80/52

Basket Villafranca Verona
Pontieri 5, Cionti, Polettini 13, Zanini 14, Felis, Montresor 14, Bonzani 6, Tommasi, Panzarini, Damiani 28, Piccoli.
all. Della Chiesa
t/1 17/24 t/2 21/41 t/3 7/23

Parco Turistico Cavallino Treporti
Vendramini 2 1/3 0/2, Gusso 5 2/4, Buratto 0/3 0/1, Toffolo 12 5/12 0/1, Pravato 2 1/4 0/1, Milazzo, Montino 13 2/9 2/8, Costantini, Agostinetto 6 3/4, Serena 12 4/9 1/4.
all. Romanin
ass. all. Torcellan
t/1 7/17 t/2 18/48 t/3 3/18
arbitri:
Azzali di Verona
Sandu di Paderno Tv

parziali:
1 quarto 24/20 24/20
2 quarto 21/13 45/33
3 quarto 18/6 63/39
4 quarto 17/13 80/52

usciti cinque falli: Panzarini
fallo antisportivo e fallo tecnico a Pravato

note:
Partita vinta dalla squadra veronese che si è dimostrata e di gran lunga quella più forte di tutto il campionato. Se poi ci mettiamo la prestazione spettacolare di Damiani, immarcabile e realizzatore da ogni dove, allora il dado e’ tratto.
Il Villafranca e’ riuscito ad incanalare la partita dove meglio credeva: infatti ha dominato ai rimbalzi, prendendo anche molti secondi tiri. La difesa della baia invece ha lasciato parecchio a desiderare. Altro punto dolente per la nostra squadra e’ stato l’attacco; solo tre triple realizzate, solo il 42% dalla linea della carità’ la dicono lunga sull’andamento della partita. Un arbitraggio che ci ha messo del suo alla fine dei due quarti, dove c’è stata partita, ampiamente negativo ha chiuso la cronaca della partita.
Inizio di marca veronese, 12/4 al terzo minuto. Una tripla di Montino al 5′ ed un canestro di Toffolo al 7′ per il primo vantaggio del Litorale 14/16. Un minuto dopo nuovo allungo dei padroni di casa ed il quarto si chiude con un tiro sulla sirena di Buratto per il 24/20.
Secondo periodo dove a una tripla di Zanini, risponde Montino con la stessa moneta al 4′ per il 29/27. Da questo momento inizia lo show di Damiani che fa vedere perché meriterebbe di giocare almeno due categorie superiori. Canestri al limite della perfezione ed allungo al 7′ 37/31. E qui comincia la partita giocata a modo loro dai due fischietti: dopo un fallo antisportivo fischiato a Pravato, il Litorale a due secondi dalla fine del quarto recupera palla sulla sirena dei 24″ per un contropiede fondamentale. Stranamente invece viene interrotto il gioco, cosa mai vista, per dare la palla al Litorale anziché come da regolamento non interferire sull’azione e lasciare che il contropiede si concludesse. Morale: il segnapunti suona la fine del periodo, e gioco fermo per riportarlo a due secondi; in attesa tanto per non farsi mancare niente, fallo tecnico a Pravato ed anziché dare la palla al Litorale, si riprende con il tiro libero al Villafranca. Inutili le proteste anche per l’arroganza dimostrata dai direttori di gara: un gran brutto modo di arbitrare e sicuramente da rivedere da parte dei loro osservatori!
La partita riprende dopo l’intervallo ed il Lirorale “rimane” praticamente in spogliatoio; al 4′ 49/34 la dice lunga sul proseguimento della partita, dove i veronesi hanno nettamente dominato. Nulla da fare quindi per il Parco Turistico che scivola al terzo posto in classifica. Ora finalmente una settimana di sosta per poi riprendere con le ultime tre partite della fase regolare del campionato. Per adesso buona Pasqua a tutti.