Finale di stagione -Bilancio-

Un altro campionato si è concluso. Visto il clima e quanto creato a Cavallino Treporti in questa annata sportiva mi sento in dovere di fare pubblicamente delle considerazioni e soprattutto dei ringraziamenti.
Quando alla fine del mese di giugno dello scorso anno si sono presentate davanti a me due persone del Litorale che collaborano con il sottoscritto (evito di mettere i nomi anche se mi farebbe molto piacere, ma li ometto per evitare polemiche con altre persone -sembra una frase criptata ed infatti così è-) dicendomi che un allenatore d’esperienza con anni di basket ad alto livello era disponibile a venire a Ca’ Savio, lì per lì non riuscivo a capire se fosse uno scherzo o meno. Una volta verificato il tutto, Marco Romanin, questo come sapete era l’allenatore che mi è stato presentato, abbiamo trovato subito un accordo per una reciproca collaborazione.
Alla luce del risultato finale, nonostante le voci in giro che ci davano come favoriti della serie D, abbiamo senz’altro raggiunto il massimo obbiettivo raggiungibile per la nostra squadra. Devo essere sincero e riconoscere in questo uomo doti oltre che di ottimo allenatore, e non avevo dubbi, anche di ottimo organizzatore e motivatore anche nel settore giovanile. Tra le sue virtù trasmesse anche a tutti noi la precisione e la meticolosità di quanto si andava a fare, ognuno ovviamente per le proprie competenze. Gigantesco!
Grazie a lui anche Irene Cover è venuta a Ca’ Savio; una donna di indubbio valore, altra grande figura societaria, la persona che con il sorriso riesce a far faticare gente di due metri come nulla fosse. Grande anche con il settore giovanile. Straordinaria!
E che dire di Lorenzo Torcellan: figura storica del Litorale, vice allenatore di tutti questi cinque campionati fatti in serie D. Quest’anno è migliorato nelle sue competenze a vista d’occhio; sicuramente oltre ai suoi meriti, molto va anche a Marco che lo ha reso partecipe del suo lavoro e di conseguenza gli ha dato grande fiducia. Per creare dei bravi allenatori, bisogna che chi li istruisce abbia fiducia in loro. Direi che Lorenzo quest’anno da parte di Marco ne abbia avuta molta e lui la ha ricambiata ampiamente. Stratosferico!
Tralasciando brevemente le altre persone del team, mi permetto di citare e ringraziare pubblicamente la nostra responsabile di… quasi tutto, Edi Martin. Negli articoli fatti dalle altre squadre quando ci incontravano in casa loro, tra le varie cose citavano palestra esaurita ecc. Se era esaurita come a Bussolengo, è grazie a Edi che è riuscita ad organizzare due pullman e ben due volte come nel caso di Bussolengo o tante altre trasferte. In ogni campo di gara più di metà pubblico era nostro perchè Edi c’era. Senza contare il nostro materiale pubblicitario, naturalmente per merito di chi, di Edi ovviamente. Immensa!
Tornado alla squadra un grazie di cuore a tutti i giocatori, dai giovani Mestriner, Milazzo, Memo, Piccolo, Costantini (si sta riprendendo dal grave infortunio) al baby Casagrande, al capitano di mille battaglie Bianco, a Vendramini (che vuole appendere le scarpe al chiodo?), a Gusso che al chiodo lo appendiamo noi se non torna a Ca’ Savio, ad Agostinetto fondamentalmente una brava persona e sempre disponibile, a Codato altro “vecchio” creato a Ca’ Savio, ai miglioratissimi Toffolo e Buratto (entrambi sciupa femmine), due ragazzi educatissimi che ogni padre vorrebbe avere. Concludo giustamente con Pravato che ha portato l’esperienza per guidare il gruppo e pronto alle prossime nozze, uno che il basket ce l’ha nel sangue assieme ai globuli rossi e prima delle piastrine e Riccardo Serena, arrivato tra noi in dicembre, una persona che più che parlare con le parole, parla in campo con il suo gioco; il perchè ha giocato in serie superiori come la DNB uno lo capisce appena lo vede in campo, persona esemplare e fra pochi giorni futuro padre. Auguri ad entrambi.
Pensate che nonostante le distanze, Serena da Mirano, Pravato da Mestre, Ago da Ceggia, Gusso da Caorle, Bianco da Eraclea ecc. agli allenamenti nessuno è mai mancato! Un piccolo record anche questo merito dello staff tecnico.

Un grazie anche a tutti i collaboratori che permettono al Litorale di esistere e cioè: Lucio Dinon, persona di poche e concise parole, Dino Guerra uomo tutto di un pezzo, Luca Rigutto la serietà, la precisione e la perfezione fatta uomo, al dottor Salvatore Muscarà preziosa la sua opera, a Lele Penso che un consiglio da padre non lo nega mai a nessuno. Un grazie anche a Cristian Bacchin fresco padre, come a tutti gli allenatori del settore giovanile.

Quando un campionato finisce nel bene o nel male un po’ di tristezza rimane: primo perchè come l’ultimo giorno di scuola ognuno va per la sua strada sperando di ritrovarci ad Agosto, secondo perchè per fattori esterni ai risultati, non abbiamo ottenuto quello che, con il senno di poi, si poteva raggiungere. In questo caso mi assumo ampiamente le mie colpe (dare solo meriti a tutti non va bene, ci vuole come nelle trame dei film anche un colpevole) per i quattro punti mancanti alla fine della fase regolare. Quattro punti tolti alla nostra classifica perchè il sottoscritto ha pagato in ritardo i nas (non è una malattia); ritardo come in parte riconosciuto dalla giudicante derivato da situazioni federali confuse e già ampiamente discusso. Più o meno mi pare tra le 70/80/90 società in Italia con questo problema. Io dico se sbaglia uno è colpa sua, se ne sbagliano dieci è colpa loro, se ne sbagliano 70/80/90 penso che la colpa non sia solo loro. Comunque mi assumo ampiamente le mie responsabilità e naturalmente se qualcuno desidera avvicendarmi sono il primo ad essere disponibile a farlo. A dimenticavo: Siena in serie A sta lottando per vincere l’ennesimo scudetto. Complimenti, a parte il fatto che se è vero quello che si legge sui giornali, se a noi hanno levato quattro punti, per loro forse la ghigliottina è poco. Per adesso però tutto tace eppure la federazione è la stessa! E pensare che la nostra sanzione originaria per il ritardato pagamento era quella della cancellazione dal campionato salvo poi il consiglio federale rettificare nella sanzione conosciuta. Stupefacente! Due volte!

Scusandomi della lunghezza di questo bilancio, mi preme ringraziare anche i volontari del soccorso di Cavallino Treporti presenti ad ogni partita anche con defibrillatore (unico campo in serie D), l’amministrazione comunale di Cavallino Treporti che ci supporta con molte iniziative, ad esempio l’installazione definitiva nel nostro impianto del defibrillatore anticipando il decreto Balduzzi in vigore nel 2016. Grazie ai siti che parlano di basket come playbasket, megabasket e 24secondi. E grazie a tutto il nostro stupendo pubblico, sicuramente da serie superiori per correttezza, organizzazione e supporti vari che ci ha dato. Un pubblico invidiato da molte squadre e per questo che è bello anche giocare a Ca’Savio. Grazie “Trio Flagello” per la baia, calza a pennello con la nostra squadra. Insieme ne abbiamo fatta di strada.

Chiudo: grazie a tutti, anche a chi mi sopporta anche quando a casa arrivo tra dieci minuti…gli ultimi dieci minuti.

Grazie BAIA è stato bello. E come sempre alla prossima.

il presidente Moreno Vanin